Popular Posts

Follow us on FaceBook

About

Abbonati!

gfhgfhfg

Cool na? :) Now Learn How to create one by Clicking here


 

+

 

Avete...

4 commenti
una canzone, o magari una precisa strofa, un ritornello, una melodia, una parte di essa, che sia un pezzo di pianoforte, o violino, o chitarra, che al solo ascoltarlo vi dia pace, serenità, tranquillità, lungimiranza?
Succede che a volte queste canzoni cambino, dipendenti dai cambiamenti della nostra vita, dal nostro umore, dipendenti dalle nostre sensazioni o dai sentimenti, ma credo che ci sia sempre, per ogni giorno, in ognuno di noi, un pezzo che suona incessantemente nel nostro io, e una voce che continua a cantare il testo di quella canzone; poi accendiamo la radio, il lettore mp3, il computer, facciamo partire il pezzo,e la prima nota che udiamo si va a sincronizzare con quell'idea nella nostra testa, scatta una molla strana, apriamo gli occhi e ci sentiamo ancora una volta vivi, perché la canzone è ricominciata, ancora una volta, e cazzo se è bella.

Allora, ce l'avete? Qual è la vostra?

Stanotte la mia è questa.

Per farci coccolare una tigre...

3 commenti
...Dio creò il gatto.
Ultimamente sono tornato in fissa con questi animali spettacolari.
Ho trovato anche un po' di citazioni carine, tra cui:

Un gatto non chiede, prende (Garfield)

Non è possibile possedere un gatto. Nella migliore delle ipotesi si può essere con loro soci alla pari. (Sir Harry Swanson)

Anche il più piccolo dei felini, il gatto, è un capolavoro. (Leonardo da Vinci)

La musica e i gatti sono un ottimo rifugio dalle miserie della vita. (Albert Schweitzer)

Un gatto non si compra: è lui che vi possiede. (Tom Poston)


Insomma, se vivessi da solo avrei già provveduto a "ospitare" uno di questi meravigliosi felini.
Adoro il loro stile, l'apparente disinteressarsi di ogni aspetto della vita "terrestre" che non li riguarda, le 20 ore di sonno al giorno che li caretterizzano, il loro aspetto "giocoso" e curioso, ma soprattutto: le loro fusa.
Il gatto è scaltro e ruffiano: le fusa non sono un gesto di affetto, le emettono solo per intenerirci, perché sanno perfettamente che noi cadiamo ai loro piedi(zampe) come fuscelli, per noi amanti dei gatti, le loro fusa equivalgono al canto delle sirene per Ulisse.
Non c'è niente da fare.
Ed è per questo che loro hanno il potere di controllarci e lobotomizzarci, noi lo sappiamo, loro lo sanno, ma nessuno fa niente per cambiare le cose.
Quindi, il succo di questo post è che la società moderna è soggiogata dai piccoli felini, che ci controllano, ci rivoltano e ci muovono come una piccola palla di spugna.
E a noi questo piace.

Californication

2 commenti
È una delle mie serie TV preferite.
Racconta di un uomo, Hank Moody, scrittore affermato con un blocco creativo - quasi - perenne. Amante delle donne, dell'alcool e delle droghe leggere, (mancano le scommesse sui cavalli e abbiamo la copia spudorata di Henry Chinaski: in realtà il nome Hank non è altro che un tributo, e ammissione stessa, dell'ispirazione che Bukowski ha dato ai creatori di questo serial), costretto a dividere la propria vita tra il sesso clandestino, la moglie Karen(o ex, in 3 serie se ne vedono di cotte e di crude), la figlia Becca, adorabile giovine amante del Black Metal (tutto il resto è da pivelli) in crisi adolescenziale, e il "presunto" lavoro.
La cosa che mi piace di più di Californication è il personaggio stesso di Hank Moody, cinico e arrogante, demenziale al punto giusto, politicamente scorretto.
Ecco una serie di spezzoni carini, doppiaggio in italiano(anche se in lingua originale, lo dico sempre, è tutta un'altra cosa).

Ogni riferimento a luoghi o persone esistenti è puramente casuale

5 commenti
11:40, la stazione di Termini è piena come un formicaio.
Dan, con cui aspetto il treno per Napoli Centrale, si allontana e si dirige verso il pian terreno, scende le scale mobili, svanisce dalla mia vista. Destinazione cesso a pagamento, urge rapida defecazione.

Io resto solo, abbandonato, indifeso. (Ok sto esagerando, direte voi; ma...)

Si avvicina un individuo; alto, magro ma dal fisico possente, capelli castani leggermente brizzolati, sorriso smagliante, nonostante qualche dente storto.

- Scusa, posso chiederti un'informazione?

- Certo, dimmi- rispondo affabile, accorgendomi dell'accento milanese fin troppo evidente.

- Senti, conosci abbastanza bene Roma? Avrei bisogno di qualche consiglio, come avrai notato non sono del luogo.

- Non tantissimo - rispondo - Sai, bazzico da queste parti più per motivi di studio che per altro.-

- Ah, capisco, cosa studi?-
chiede lui, e con fare amichevole porge la mano e si presenta
- Sono Massimo, comunque, piacere.-
Rispondo che il piacere è tutto mio, mi chiamo Simone, studio Archeologia.
-Archeologia?- mi dice lui entusiasta
- Grande! Io mi sono laureato in Architettura!
Allora, come ti dicevo, conosci mica qualche locale di Roma? Notturni, capisci? Qualche locale trasgressivo, magari uno Strip Club, non so, roba del genere.
Sai, io faccio il pornoattore, l'ho fatto anche per pagarmi gli studi, e mi piace da morire trasgredire, mi segui?

Io lo seguo, e alla terza volta che ripete la parola trasgredire/trasgressivo/qualsiasi cosa che cominci con la radice TRAS stringo le chiappe e le tengo bene adiacenti al muro; così, non si sa mai.

-Certo, ti seguo amico. Però non penso di esserti utile, io, come già ti ho detto, sono qui più per studiare e non bazzico molto l'ambiente notturno di Roma.

Con sguardo un po' deluso, ma caparbio, Massimo risponde -Ah, dai, non importa.-
Sul punto di salutarmi, però, mi fa una proposta:

- Senti, Simone giusto? Un'ultima cosa, se sei interessato, io amo mettere alla prova il mio spirito trasgressivo (oh no ci risiamo), e vorrei anche essere giudicato da qualcuno che possa obiettivamente valutare il mio livello di bravura, di maestria, di trasgressione (2...) , quindi, se sei disponibile, io ti pago la bellezza di 50 euro, tu non devi fare niente, solo guardare me all'opera, e poi darmi una valutazione sincera e oggettiva, senza problemi. Che ne pensi?

Penso: cazzo, mi paghi per guardare un film porno dal vivo. Interessante.
Ma sono scettico, e ci tengo al mio sederino candido e casto. Non si sa mai.

- Davvero interessante, però sai, io non bazzico molto da queste parti, te l'ho detto. Studio. Solo studio. Casa, studio, in chiesa la domenica, il venerdì merluzzo surgelato, no, niente carne. Raccolgo le donazioni per la parrocchia, accendo i fuochi coi Boyscout, non bazzico, capisci?

Massimo mi sorride, e mi ringrazia dell'attenzione.
Ci salutiamo con una stretta di mano, lui si avvia all'uscita di Termini, io verso Dan, che ha finalmente cagato, il suo buco del **** è dilatato, ma il mio rischiava di esserlo anche di più. Troppa trasgressione non fa bene.

-Oh, do cazzo stavi?- mi chiede lui.

-Ah, niente, mi ha fermato un attore porno, voleva che lo vedessi mentre si sbatteva a sangue una tipa, mi dava 50 piotte.

-Embè, non hai accettato, che frocio.

Popular Posts

 

Contact

About the Blog